Coop Sole ora spiega il Mater-bi nei Pdv della Gdo

By on 29 maggio 2015

Concluse da poco, e con successo, le visite guidate ai campi sperimentali di fragole, meloni, anguria, lattuga e cavolo rapa della Cooperativa Sole, il progetto PA.BI.OR.FRU. – per l’impiego della pacciamatura biodegradabile a base di Mater-bi per colture orticole e frutticole – passa allo step successivo: dalla raccolta dei prodotti, ai banchi di degustazione della GDO. 
I primi prodotti sottoposti al gradimento dei consumatori sono fragole e meloni. E’ questa anche l’occasione per favorire la conoscenza dell’innovazione attuata in campo da Coop Sole. Infatti, oltre ad un assaggio di fragole e meloni, viene consegnata una brochure informativa sul progetto e sulle sperimentazioni in corso. “Il primo appuntamento – dice Pietro Ciardiello, direttore della Cooperativa – del 23 maggio scorso presso il negozio Coop dell’Arenaccia a Napoli, ha dato un riscontro assolutamente positivo. C’è molta curiosità e attesa da parte dei consumatori rispetto alle iniziative a favore di un’agricoltura sostenibile, che tuteli l’ambiente e, quindi, la salubrità dei prodotti della terra. Una tendenza che supporta il nostro lavoro di sempre.” 


Il prossimo appuntamento è per il 30 maggio 2015, presso l’Iper Quarto Unicoop Tirreno a Quarto (Na).

PA.BI.OR.FRU., finanziato dall’Unione Europea e dalla Regione Campania, è attuato in collaborazione con il Centro di Ricerca in Agricoltura – Unità di ricerca per le colture alternative al tabacco (CRA-CAT), con il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e di Novamont.

Fonte: Ufficio Stampa Coop Sole