Expossibile. Quei Borghi in vetrina

By on 22 ottobre 2015

di Andrea Mascaretti. Il Giorno, 22 ottobre 2015. Se intendete andare a visitare Expo nei prossimi giorni, prima che l’esposizione universale di Milano si concluda con la fine del mese di ottobre, non perdete l’occasione di recarvi allo stand dei Borghi più belli d’Italia, all’interno del Padiglione Eataly. Oltre a scoprire tanti meravigliosi piccoli comuni italiani, potreste addirittura rischiare di vincere una casa da ristrutturare nel centro storico di Novara di Sicilia. L’associazione dei Borghi più belli d’Italia nasce nel 2002 per valorizzare e promuovere i piccoli centri di eccellenza sparsi sul territorio nazionale e oggi ne fanno parte duecentocinquanta piccoli comuni con meno di 15.000 abitanti, che hanno dovuto superare delle selezioni particolarmente dure per entrare nell’associazione. L’affascinate borgo di Novara di Sicilia è appunto uno di questi gioielli che impreziosiscono la nostra Penisola. Con poco più di mille abitanti ha conservato un tipico stile medioevale, abbellito da eleganti palazzi e splendide chiese, si sviluppa in un incantevole scenario naturale che supera i milletrecento metri di altitudine. Si tratta di un antico borgo che sorge in provincia di Messina, sulla pendice della montagna da cui si scorge l’antica Tindari, e dal quale si possono vedere le Eolie. Sebbene dal sito istituzionale del comune sia possibile scaricare l’avviso pubblico per l’assegnazione degli immobili nel centro storico, è decisamente più affascinate partecipare all’assegnazione visitando lo stand in Expo, dove troverete ad accogliervi Sindaci e Assessori dei borghi. L’idea dell’Amministrazione del Comune di Novara di Sicilia è quella di recuperare e valorizzare immobili che richiedono manutenzione, per i quali i proprietari hanno dimostrato e dimostrano la disponibilità alla cessione gratuita a favore di privati o società disponibili ad investire in un progetto di recupero e valorizzazione del centro storico. Se l’esperimento avrà successo, altri comuni che hanno il problema di restaurare o mantenere i centri storici, ma non dispongono d’ingenti somme per intervenire direttamente, potrebbero ripetere l’iniziativa. Per i Borghi e le Regioni italiane, Expo si è dimostrata un’ottima vetrina, in grado di promuovere il turismo e l’immagine dell’Italia. Pensando al dopo Expo, la vocazione di hub turistico per il Paese, non è certo un’idea da scartare a priori.

Expossibile 22 10 2015 quei borghi in vetrina