12_02_2015. L’APPORTO ALIMENTARE NELL’ANZIANO CARDIOPATICO

By on 11 febbraio 2015

Le malattie cardiovascolari costituiscono un gruppo molto ampio di patologie e sono la principale causa di mortalità nei Paesi sviluppati. A Milano, il prossimo 12 Febbraio, il “Salone” promuove un incontro di approfondimento sugli apporti alimentari negli anziani cardiopatici

 

In collaborazione con “Salute&Vita” 

Società Umanitaria, Via San Barnaba 48 Milano

Sala Facchinetti ore 18.00

Ingresso libero

 

Programma:

“Il diabete mellito come fattore di rischio cardiovascolare. Ruolo dell’alimentazione.”

Dott. Maurizio Picca – Direttore S.C. Medicina Interna POMM-A.O. Fatebenefratelli e Oftalmico, Milano.

“L’ipertensione arteriosa come fattore di rischio cardiologico. Ruolo dell’alimentazione”.

Prof. Livio Bertoli – Primario medico, Milano

“L’alimentazione nella prevenzione dei disturbi cardiovascolari”.

Prof. Elisabetta Aggradi – Dipartimento Scienze farmacologiche, Università degli Studi di Milano.

Modera: Prof. Aldo Pisani – Primario medico, Milano.

 

Allegati

 12 febbraio Umanitaria salute e vita (15 KB)

 12.1_comunicazione primo evento (66 KB)

 


 

Il tema conduttore degli incontri dell’Associazione *Salute & Vita* per l’anno 2015 è: “Apporto alimentare nella persona fragile”

L’Associazione Salute & Vita nasce nel 2003 con la finalità di difendere la dignità della vita umana e di promuovere la solidarietà e l’attenzione verso la persona fragile, ispirandosi ai valori etici propri della nostra cultura e tradizione. Essa intende operare prevalentemente nel mondo della sanità e della assistenza attraverso l’approfondimento di problemi e la proposta di iniziative.La missione viene esercitata agendo su tre filoni principali di attività: culturale, di informazione e di servizio.

L’attività divulgativa e di informazione avviene attraverso conferenze e convegni aperti al pubblico, affrontando i problemi più attuali della sanità con la presenza di esperti e di politici. L’azione di servizio viene svolta prevalentemente a favore degli anziani, sostenendo il progetto “custodi-sociali” e organizzando il pranzo di Natale per anziani soli.Tutta l’attività dell’Associazione si basa sul volontariato dei soci e dei simpatizzanti e si sostiene con le quote sociali ed alcune donazioni di generosi cittadini od aziende sensibili ai problemi sociali della città.