MANIFESTO DELL’AGROALIMENTARE SOSTENIBILE

By on 18 novembre 2014

In quale direzione può muoversi l’agroalimentare italiano per arrivare alla sostenibilità economica, ambientale e sociale?

Per rispondere a questo interrogativo, CCPB e l’Istituto di Entomologia e Patologia Vegetale della Facoltà di Agraria di Piacenza hanno presentato il Manifesto dell’agroalimentare sostenibile, lo scorso 27 Novembre 2014 durante un incontro tenutosi  al Centro congressi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza.

Perché un Manifesto? È l’esortazione perché produttori, grande distribuzione, istituzioni e mondo accademico ragionino insieme su come l’agroalimentare italiano può diventare ed essere riconosciuto sostenibile.

Alcuni passi sono già stati fatti: “l’incentivazione delle misure agroambientali nei PSR, la definizione e la promozione del biologico, l’uso sostenibile dei fitofarmaci, l’approvazione del SQNPI, gli obiettivi in termini di riduzione dei gas serra e la promozione dell’uso delle energie rinnovabili con la riduzione degli sprechi sono tutte misure e al contempo obiettivi che favoriscono la definizione di un agroalimentare sostenibile in una logica di crescita maggiormente sostenibile”.Così affermano Emanuele Mazzoni, direttore dell’ Istituto di Entomologia e Patologia Vegetale, e Lino Nori, Presidente del Consorzio il Biologico.

Un Manifesto che guarda al futuro, perchè “come sistema produttivo occorre più coraggio, soprattutto se la sfida prossima si misurerà sui caratteri della sostenibilità intesa in tutte le sue accezioni, non solo quella ambientale”.
Uno sguardo agli interventi della giornata:
Aprono i lavori le due relazioni di Gabriele Canali (Docente di “Economia dei Mercati Agroalimentari” Università Cattolica del Sacro Cuore), e Vittorio Rossi e Pierluigi Meriggi (Università Cattolica del Sacro Cuore e Horta srl).
A seguire la Tavola Rotonda moderata da Roberto Della Casa (Università di Bologna – Polo di Forlì), e redatta in diretta da Ivano Valmori (direttore Agronotizie – ImageLine).

Alla discussione partecipano: Giampiero Reggidori APO CONERPO, Alessandro Dal Piaz ASSOMELA, Carlo Malavolta REGIONE EMILIA ROMAGNA, Fabrizio Piva CCPB, Giovanni Arcangeli AGROFARMA, Roberta De Natale AUCHAN-SMA, Claudio Mazzini COOP ITALIA, Massimo Marino LCE.

Clicca qui per scaricare il volantino

Scarica qui le relazioni del convegno

Clicca qui per leggere il manifesto

Fonte: Ufficio Stampa CCPB

 

CCPB

CCPB opera come organismo di certificazione e controllo dei prodotti agroalimentari e “no food” ottenuti nel settore della produzione biologica e in quella eco-compatibile ed eco-sostenibile.

www.ccpb.it