Seda investe in Campania

By on 26 gennaio 2015

Il gruppo campano Seda International Packaging Group, realtà multinazionale nel settore dell’imballaggio alimentare, ha siglato un accordo con Invitalia per rafforzare la competitività dello stabilimento di Arzano (NA) attraverso un investimento complessivo pari a 48,2 milioni di euro, di cui 25,8 concessi dall’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, tra un contributo in conto impianti e un finanziamento agevolato di quasi 12 milioni di euro.

L’accordo è stato siglato a Roma da Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, e da Antonio D’Amato, presidente del consiglio di amministrazione di Seda.
Il progetto industriale – che coinvolge anche altre controllate del gruppo Seda, tra cui Ipi, Imballplast e Seda Cone – sarà completato nel 2017. L’investimento complessivo è di 48,2 milioni di euro, di cui 25,8 concessi da Invitalia, tra un contributo in conto impianti e un finanziamento agevolato di circa 12 milioni di euro.
Il gruppo Seda, leader in Europa nella produzione di imballaggi per alimenti, con un fatturato di circa 550 milioni di euro, opera con stabilimenti produttivi in Italia, Germania, Regno Unito, Portogallo e Stati Uniti. Il gruppo ha il suo quartier generale a Napoli ed esporta oltre il 75% della produzione realizzata negli stabilimenti partenopei.
“Con questo accordo – afferma Domenico Arcuri – abbiamo investito su una significativa realtà industriale che opera in provincia di Napoli. Sviluppare nuova tecnologia per modernizzare la produzione, accrescere la competitività e ampliare l’occupazione sono gli obiettivi che Invitalia vuole raggiungere con i Contratti di Sviluppo, uno strumento che consente di semplificare le procedure e ottenere tempi certi: ovvero due variabili fondamentali per chi vuole investire”.
“Questo Contratto di sviluppo – afferma il presidente della Seda, Antonio D’Amato – si inserisce in una strategia di rafforzamento competitivo delle attività produttive italiane, essenziale per un gruppo fortemente impegnato ad affrontare i mercati internazionali senza perdere di vista il proprio radicamento sul territorio”.

 

Nella foto: Domenico Arcuri e Antonio D’Amato firmano il Contratto di Sviluppo