Visita EXPO 2015 con gli agronomi: al via gli itinerari della Fattoria Globale

By on 17 maggio 2015

Visitare Expo 2015 Milano accompagnati da un agronomo, che illustra i diversi padiglioni evidenziando curiosità e gli aspetti agronomici dell’agricoltura dei Paesi partecipanti. Un’esperienza unica ed originale all’interno dell’Esposizione Universale quella organizzata dalla World Association of Agronomists, partecipante della Società Civile ad Expo 2015, con il padiglione La Fattoria Globale del futuro.  A partire dal 18 maggio – ogni lunedì, mercoledì e venerdì per tutta la durata di Expo – visite programmate su prenotazione che comprendono le attività dimostrative sul tema della giornata, il tour tematico del padiglione con il relativo kit e visite ad altri sette padiglioni Expo accompagnati da due agronomi e forestali professionisti. Maggio sarà il mese delle Fattorie Europee – Mediterranean Farm e saranno illustrati i padiglioni Italia, Francia e Spagna dal punto di vista agronomico secondo gli indicatori previsti dal progetto WAAforEXPO: biodiversità e miglioramento genetico; sostenibilità e produttività; sviluppo ed identità locale; alimentazione e scarti alimentari; cultura progettuale e responsabilità sociale; cambiamenti climatici e territorio di produzione.

La partenza delle visite sarà alle ore 11 (fino alle 17) dal Padiglione La  Fattoria Globale (pad.142 mappa Expo – area NE 12) info e prenotazione su http://expo.worldagronomistsassociation.org (prenota la visita).

http://www.worldagronomistsassociation.org/it/

http://expo.worldagronomistsassociation.org/

 

La fattoria globale del futuro 2.0 – Il Concept

Descrivere le relazioni tra cibo ed identità significa rappresentare un fattoria globale. Non possiamo pensare alla produzione di cibo se non immaginiamo che un solo contesto territoriale ne possa rappresentare le relazioni. La scala globale va quindi vista nel suo insieme, come “Fattoria Globale”, dove i diversi fattori di produzione si confrontano nelle proprie dinamiche territoriali e dove le stesse si misurano con la sostenibilità delle diverse scelte. Una Fattoria articolata che necessità di regole comuni confrontabili per soddisfare la “nutrizione del mondo” in modo certo duraturo e sostenibile.

Il percorso espositivo realizzato nel Padiglione materializza iconograficamente la Fattoria Globale del Futuro.

La fattoria Globale rappresenta l’unità di misura per la valutazione del benessere del Pianeta dove le diverse componenti ambientali e produttive si misurano. L’innovazione di metodo è quello di considerare il territorio del Pianeta un grande puzzle costituito da Fattorie e quindi le stesse sono, con i loro comportamenti, il termometro con cui valutarne lo stato di efficienza.

Le unità di misura per la valutazione di compatibilità della produzione sono :

– Biodiversità e miglioramento genetico
– Sostenibilità e Produttività
– Sviluppo ed identità locale
– Alimentazione e scarti alimentari
– Cultura progettuale e responsabilità sociale
– Cambiamenti climatici e territorio di produzione

Il percorso si sviluppa attorno alla sala centrale (Farm Lab) e quindi al “simbolico albero”, dove il visitatore potrà partecipare ai momenti di discussione e di riflessione rispetto al Futuro del Pianeta.

L’albero simbolicamente rappresenta lo “spazio” della Fattoria dove si svolgevano le pratiche di comunità: il riposo, la riflessione, la meditazione, la progettazione, la discussione, il futuro.