DAL CONSORZIO PROVOLONE VALPADANA “IL GUSTO DI IMPARARE”

By on 15 gennaio 2015

Al via un progetto di educazione alimentare sviluppato dal Consorzio Tutela Provolone Valpadana con il supporto della Lavagna Interattiva Multimediale (L.I.M.): obiettivo, quello di instaurare corrette e durature consuetudini per una sana alimentazione. Secondo uno studio condotto dal ministero della Salute, il 22% dei bambini italiani in età scolare risulta in sovrappeso e il 10% è addirittura affetto da obesità, ed “Il Gusto di imparare” si rivolge proprio agli alunni delle scuole primarie.

Creato con il supporto di un Comitato scientifico di livello europeo, si tratta di un percorso tramite il quale i docenti potranno incentivare la consapevolezza dell’importanza del rapporto cibo-salute grazie alla LIM, il principale strumento tecnologico introdotto dal ministero dell’Istruzione nelle scuole italiane e dei corrispettivi organismi europei, utilizzato oggi da oltre nove milioni di studenti tra Italia, Spagna, Belgio e Francia.

Presentato lo scorso 20 Novembre a La Casa di Alti Formaggi di Treviglio “Il gusto di imparare”, è un progetto sviluppato da Ideae Srl in collaborazione con il Consorzio Tutela Provolone Valpadana, realizzato grazie al contributo del programma di sviluppo rurale 2007-2013 – Misura 133 – della Regione Veneto, che prevede  sei capitoli didattici da approfondire in aula.

Ad introdurre l’iniziativa a una scuola milanese è stato Libero Stradiotti, presidente del Consorzio, quindi Ugo Belloli e Enzo Manno, rispettivamente coordinatore e membro del Comitato scientifico del progetto, ne hanno presentato i contenuti. Nel corso della presentazione dell’iniziativa è stato presentato anche un breve estratto delle lezioni grazie al materiale tecnico gentilmente fornito da T.S.A. – Sistemi Audiovisivi & Lavagne Interattive.

 

I Sei capitoli didattici nel dettaglio:

Sport e alimentazione nella scuola

L’alimentazione nella Storia

Cibo e crescita

La salute negli alimenti

Il cibo e la musica

Il laboratorio del cibo

 

IL CONSORZIO TUTELA PROVOLONE VALPADANA

Costituito nel 1975, il Consorzio ha sede a Cremona, nel cuore dell’area di produzione del Provolone Valpadana.

La spiccata identità che caratterizza il Provolone Valpadana sia in Italia sia in Europa ha reso necessaria l’istituzione di un Organismo autorevole e ufficiale, che lo protegga, ne garantisca la costanza e l’eccellenza e contribuisca a far conoscere le sue qualità. Il Consorzio è espressione di tutta la filiera produttiva: dai produttori di latte, ai trasformatori, fino agli stagionatori, che conservano il formaggio fino a oltre un anno. Obiettivo principale del Consorzio è quindi la tutela della denominazione di origine protetta Provolone Valpadana.

Il Consorzio vigila sulle diverse fasi di produzione su incarico specifico del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali a tutela dei consumatori. Inoltre, con un occhio rivolto al futuro e allo sviluppo dei mercati, offre assistenza tecnico-scientifica, per migliorare sempre più le tecnologie produttive sia dal punto di vista sanitario che organolettico.

www.provolonevalpadana.it