Il progetto EVA: mela di Valtellina I.G.P.

By on 13 maggio 2014

La valorizzazione dei prodotti tipici, e di quelli montani in particolare, rappresenta una sfida fondamentale per il futuro del Paese, sotto molteplici punti vista: economico ed occupazione, ambientale e sociale.
E’ da questi assunti che si muove il Progetto EVA, che mira a individuare strategie di differenziazione e valorizzazione per la Mela di Valtellina IGP, a fronte di una progressiva erosione della profittabilità per i coltivatori in un contesto che non permette significativi aumenti di produzione o investimenti di marketing. Per questo, il progetto EVA ha cercato di analizzare il problema con un approccio multidisciplinare affrontando le problematiche di competitività del prodotto sul mercato, ma anche gli aspetti tecnici del miglioramento della efficienza colturale e dell’aumento della qualità della produzione.


Dalle indagini effettuate è emerso come il mercato ritenga estremamente attrattivo il territorio valtellinese e con esso i suoi prodotti tipici, mettendo in evidenzia la possibilità di sviluppo di modelli di business complementari nell’ambito del turismo eno-gastronomico, della distribuzione e della vendita al dettaglio. Il tutto attraverso un’opportuna azione di messa in rete delle eccellenze locali, che quindi rappresenta una possibile chiave di marketing territoriale, particolarmente interessante anche in ottica Expo2015.
I partner di progetto hanno raccolto in questo breve volume le presentazioni predisposte per le occasioni pubbliche di confronto che si sono tenute nel corso del progetto. Ad ogni slide segue un commento che aiuta a capire i passaggi fondamentali del progetto. In questo modo i partner sperano di mettere a disposizione di operatori del settore, stakeholders, enti pubblici, enti di ricerca e interessati uno strumento agile e chiaro che posa essere utile per ulteriori riflessioni sul tema.

L’attuazione del progetto è stata possibile solo grazie al contributo e al sostegno operativo di Regione Lombardia che, attraverso la Direzione Generale Agricoltura e lo strumento del “Programma Regionale di Ricerca in campo agricolo”, ha ancora una volta permesso di sviluppare importanti riflessioni e studi innovativi sulle tematiche del settore.

La pubblicazione appartiene alla collana “Quaderni della ricerca” ed è scaricabile (vedi link sotto).

Riferimento:  Struttura Sviluppo e Promozione delle Produzioni, Ricerca, Innovazione Tecnologica e Servizi alle Imprese

Scarica il  Quaderno della Ricerca n. 157 (4.8 MB) PDF
 

*** Approfondimento ***

Il progetto di Ricerca 1708 EVA
Il progetto si è posto l’obiettivo di valutare la sostenibilità economica e socio-ambientale di alcune innovazioni di carattere tecnico, di marketing e di modello di business da apportare alla produzione della Mela di Valtellina I.G.P. Le linee di studio seguite sono le seguenti:
• analisi di sostenibilità di innovazioni tecniche volte a migliorare la produttività, l’efficienza e la produttività della produzione;
• determinazione di strategie di valorizzazione e di promozione del prodotto coerenti con le risorse e le opportunità del territorio;
• definizione e valutazione di modelli di business in grado di accrescere la redditività degli operatori e di generare benefici al territorio, con un focus particolare sull’integrazione della produzione con attività complementari (ad esempio turistiche, ristorative, ricreative, ecc.).
Il Progetto EVA si è posto l’obiettivo di individuare strategie di differenziazione e valorizzazione per la Mela di Valtellina IGP, a fronte di una progressiva erosione della profittabilità per i coltivatori. La sfida è risultata ancora più interessante in quanto il disciplinare di produzione e le caratteristiche morfologiche del territorio non consentono un significativo aumento della produzione stessa.
Per questo, EVA ha fin da subito analizzato il livello di sensibilità alle caratteristiche di origine della mela da parte dei consumatori, trovando una minoranza di consumatori esperti e molto fedeli e una maggioranza della popolazione sostanzialmente indifferente alle caratteristiche intrinseche di prodotto e con meccanismi di scelta legati più all’abitudine.

In risposta a quanto è emerso dall’analisi descritta, [Read More 
Scarica la Scheda Finale