Safety For Food: la banca dati mondiale della sicurezza alimentare

By on

Il progetto presentato consente di ottenere una completa tracciabilità delle produzioni, secondo regole e standard internazionali in materia di sicurezza, qualità e origine degli alimenti.

Safety For Food : dal Passaporto Digitale dei Prodotti Agroalimentari ad una piattaforma di collaborazione per la comunità scientifica globale.
Obiettivo: “La Carta Costituzionale dell’Agroalimentare” da proporre al mondo in occasione di Expo

Safety For Food:  il progetto di una piattaforma tecnologica che ha come obiettivo primario la realizzazione di una “banca dati mondiale” della sicurezza alimentare che consenta all’intera filiera agro-alimentare, agli enti preposti ed anche ai consumatori di ottenere una completa tracciabilità delle produzioni, secondo regole e standard internazionali in materia di sicurezza, qualità e origine degli alimenti.
 
Ieri mattina _12 maggio 2014_a Milano, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Cisco Italia e Penelope SpA hanno ospitato i più importanti rappresentanti della Ricerca  scientifica Nazionale, delle Istituzioni  e del Governo, per presentare la piattaforma tecnologica di collaborazione offerta alla comunità scientifica Internazionale, nel quadro del progetto Safety for Food, che sarà strumento di dialogo e confronto  sui temi della sicurezza e salubrità alimentare con la finalità di redigere la “Carta Costituzionale” da proporre al mondo come eredità di Expo Milano 2015.

 
Safety for Food consiste di una complessa piattaforma tecnologica operata da Penelope SpA –  la società italiana di servizi e consulenza ICT con ampia esperienza nel settore dell’industria alimentare che ha sviluppato il sistema di tracciabilità al cuore del progetto (ValueGo® – il passaporto digitale dei prodotti agroalimentari) con la consulenza di Cisco Italia. 
 
L’agro-alimentare è un settore nel quale sta crescendo il livello di consapevolezza delle opportunità offerte dalle tecnologie digitali per svilupparsi, per trasformare i propri processi produttivi e operativi, e per approcciare in modo più efficace lo scenario competitivo internazionale.Con Safety For Food, si è trovato nel tema della qualità e sicurezza alimentare il perno per offrire una piattaforma tecnologica in grado di generare molteplici opportunità per il Paese – a partire da un settore che veicola in tutto il mondo attraverso la sua produzione il valore del Made In Italy – e a beneficio di consumatori che oggi riconoscono sempre più un valore fondamentale nella tracciabilità “dal campo al piatto” di ciò che portano sulla propria tavola.

 
Un ambiente di collaborazione globale per la carta costituzionale sull’agroalimentare
Safety for Food trova una sua naturale applicazione nell’ambito della prossima esposizione universale “Expo Milano 2015”. Pertanto, nel quadro del progetto Safety for Food si è deciso di mettere a disposizione del CNR un ambiente di collaborazione e condivisione, offerto a titolo gratuito, dedicato alle comunità scientifiche nazionali ed internazionali.
Attraverso tale piattaforma tutte le comunità scientifiche avranno modo, ancor prima dell’inizio di Expo2015, di incontrarsi “in rete”, condividendo e predisponendo percorsi comuni di collaborazione, di informazione e di definizione di possibili regole fondamentali che potrebbero condurre, sull’esempio di Kyoto, a delineare e ratificare una “Carta Costituzionale dell’Agroalimentare”: una carta comune di indicazioni e buone pratiche per la sicurezza alimentare, da proporre a tutto il mondo come eredità dell’esposizione universale Expo 2015.
La tracciabilità e la rintracciabilità sono l’unica risposta autentica alla richiesta di sicurezza globale nell’agroalimentare, e questa certezza ha consentito di riunire intorno a Safety for Food i principali soggetti istituzionali e scientifici nazionali. Tutti gli aspetti tematici sono supervisionati dal CNR, che con specifica convenzione ha sancito il ruolo di Advisor Scientifico della Piattaforma. Il progetto si avvale anche del patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID),del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), di Expo2015 Spa e infine del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano.

 
Diana Bracco ha sottolineato “La food safety è davvero un tema cruciale per l’umanità e lo sarà per Expo 2015. Il titolo al centro dell’Esposizione, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, pone infatti una questione essenziale – l’alimentazione – con una doppia valenza: da un lato quella di cercare di garantire cibo a sufficienza a chi vive in condizioni di denutrizione; e, dall’altro, quella di riuscire a prevenire le nuove grandi malattie sociali della nostra epoca, dall’obesità alle patologie cardiovascolari, valorizzando le innovazioni e le pratiche che permettono una vita più sana”.

 
“Safety for Food accompagna nel futuro l’agroalimentare, un comparto economico chiave per il paese, e  con questa piattaforma di collaborazione si apre al mondo per contribuire a trovare la strada per dare a tutti accesso a cibo sicuro” ha detto Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia.

 
“II tema dell’alimentazione rappresenta una delle sfide globali particolarmente sentite dai cittadini. Il Museo, coerentemente con la sua missione di diffondere e rendere accessibile la cultura scientifico-tecnologica, ha la responsabilità di parlare di alimentazione, descrivendo il contributo che scienza, tecnologia, innovazione e industria danno alla produzione di cibo sano, sicuro e accessibile ha detto Fiorenzo Galli – Direttore Generale Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.
“EXPO Milano 2015 è una straordinaria opportunità affinché Istituzioni, imprese, mondo della ricerca e della cultura consegnino ai Governi del mondo indicazioni su base scientifica e plausibili dal punto di vista economico, giuridico e geopolitico, per consentire una convergenza di forze legislative e normative sul tema della nutrizione e della sicurezza alimentare. Si tratta di temi di rilevanza planetaria, di cui il progetto Safety for Food è un prezioso contributo a cui il Museo è onorato di patrocinare.”

 
Il commento di Sergio Marini,  Presidente della Fondazione Italia Sostenibile:  “L’Expo di Milano deve essere l’occasione per raccontare l’Italia più bella più operosa più creativa. Le vicende di questi giorni non sono una buona premessa, ma possiamo e dobbiamo farcela. Con l’Expo saranno riconosciuti e  consolidati   i nostri  primati  in tema di alimentazione cibo biodiversità. Ma è questo stesso riconoscimento che ci impone  la responsabilità, con  proposte lungimiranti e ambiziose, di tracciare una strada per il futuro, di proporre una visione che possa coniugare, in un quadro di totale sostenibilità,  la disponibilità  alimentare,  la sicurezza, l’informazione,  per tutti ed ovunque. Il progetto Safety for Food è il modo più  giusto per riaffermare  un primato italiano, per rispondere ad una esigenza globale  e portare l’Expo nella storia”.

***

 
 
 
Safety For Food – Approfondimenti [fonte CISCO ]

 
ICT per vincere la sfida della sicurezza alimentare
Safety For Food offre uno strumento per governare, tracciare e gestire in modo più efficace tutti i processi che devono garantire la salubrità di ciò che arriva in tavola, consentendo di impostare una azione per la sicurezza alimentare “preventiva” – basata sulla condivisione completa, resa possibile e gestibile attraverso la tecnologia, delle informazioni generate in ogni punto della filiera: dalla produzione, alla lavorazione, ai passaggi distributivi, al punto vendita. La piattaforma, infatti, coniuga al suo interno le migliori pratiche in tema di controllo della qualità degli alimenti (strumenti, parametri, metodologie di analisi etc.) con le più avanzate tecnologie di collaborazione (diagnostica, tracciabilità, connettività, comunicazione) e consente quindi di creare una base di conoscenze comune accessibile a tutti gli attori della filiera. 
Questo significa potere disporre a livello di sistema e di singola azienda di uno strumento che aiuti a identificare un rischio prima che esso si trasformi in un prodotto finito non sicuro: un vantaggio fondamentale in un settore in cui, a livello Europeo e Internazionale, il compito di garantire la sicurezza alimentare è affidato all’auto controllo diretto delle imprese – che devono adottare le misure previste dalle norme – ed alla verifica a posteriori da parte delle istituzioni pubbliche preposte sull’efficacia delle soluzioni adottate dalle aziende, con analisi sui prodotti e controlli attuati a seguito di specifiche segnalazioni ricevute dai consumatori.

 
Un progetto di trasformazione per il nostro paese
Safety For Food, nell’affrontare la “sfida” della sicurezza e tracciabilità alimentare, produce anche altri vantaggi che vanno al di là della filiera stessa, estendendosi all’intero Sistema Paese, perché investe alcuni snodi principali su cui si gioca il futuro dell’Italia.  
 
  • Il progetto affronta in una ottica globale il tema della produzione ma anche dello scambio di prodotti agro-alimentari tra paesi, con l’obiettivo di coinvolgere aziende, agenzie nazionali ed internazionali ed enti preposti.  Si prospetta quindi una ulteriore opportunità per difendere il valore del Made In Italy di un settore che nel 2013 secondo recenti stime (proiezione Coldiretti su dati Istat, nov 2013) avrà prodotto un export pari a 34 miliardi di euro, offrendo uno strumento potente per lalotta alla contraffazione alimentare.  Inoltre, a fronte dell’impegno necessario per adottare la piattaforma, Safety 4 Food permette alle aziende di valorizzare in modo ancora più efficace il proprio marchio e la qualità e salubrità degli alimenti tracciati, nei confronti del proprio mercato e dei consumatori.
  • La proposta di una piattaforma digitale rivolta alla filiera agro-alimentare rappresenta anche un contributo importante per ilpercorso di digitalizzazione che il nostro paese ha intrapreso, avendo la potenzialità di coinvolgere un tessuto di imprese di ogni dimensione, diffuso su tutto il territorio.
  • Il progetto apre spazi per la creazione di nuovi posti di lavoro e nuove professionalità legate all’introduzione del digitale nella filiera agro-alimentare.
  • Il modello di sistema, ed in particolare Safety For Food, potrà trovare  naturale applicazione nell’ambito di Expo Milano 2015. Quest’ultima, infatti, sarà focalizzata, per la prima volta nella sua storia, sul tema della “food safety and food security”, e si candida quale “laboratorio” istituzionalmente deputato a livello mondiale per affrontare in maniera sistemica ed integrata le problematiche globali in tema di sicurezza e prevenzione dei rischi alimentari.

Safety 4 Food: un successo del modello Cisco di “innovazione collaborativa”
La piattaforma Safety For Food è nata a seguito di una collaborazione fra Cisco Italia e Penelope SpA, nel quadro dell’attività portata avanti da Solution LED, una struttura operativa di Cisco Italia che ha il compito  di generare nuovo business attraverso la proposizione di soluzioni innovative, facendo leva sulle potenzialità delle architetture e piattaforme tecnologiche Cisco.
La relazione si basa su un modello di innovazione collaborativa che permette a Cisco di ampliare la propria conoscenza di processi e tecnologie, condividendo con un nuovo ecosistema di aziende italiane di eccellenza l’opportunità di offrire soluzioni pensate e realizzate insieme; ne deriva un beneficio reciproco, sia in termini di accesso al mercato che di capacità di soddisfare le esigenze dei clienti.
Michele Festuccia, Responsabile Solution LED di Cisco Italia : “Per la prima volta, un gruppo di aziende dell’Information Technology decide di accompagnare un comparto industriale nell’era digitale, arricchendolo con uno strumento che permette di trasformare dati fino ad ora non “patrimonializzati” in informazioni di valore. Si propone l’impiego di piattaforme di business intelligence in grado di raccogliere i dati provenienti da reti di sensori che possono essere diffuse in tutti gli snodi della filiera, e si prevede che un soggetto esterno che potrà essere costituito ad hoc  si ponga come intermediario sicuro ed affidabile tra i proprietari del dato – ovvero le aziende della filiera agro-alimentare, e coloro che possono utilizzarlo –  come le Agenzie Internazionali preposte alla sicurezza alimentare, le istituzioni, le associazioni dei consumatori.  Si otterrà un vero e proprio “passaporto digitale” del prodotto agro-alimentare (digital food ID) che rappresenta una vera rivoluzione per il settore”.

S4F: Penelope con ValueGo® porta l’innovazione a servizio della trasparenza
Francesco Marandino, Presidente di Penelope  : “Come centro di competenza abbiamo contribuito alla definizione del progetto Safety for Food con Cisco, grazie al nostro brevetto ValueGo, che rappresenta un sistema integrato di tracciamento e garanzia “web centrico” che segue tutte le fasi delle singole filiere produttive, dall’origine al consumo. Una delle principali innovazioni del sistema è, infatti, connessa alla semplificazione del processo di lettura delle informazioni che consente di al consumatore, attraverso l’opportuna interrogazione dell’etichetta intelligente riportata sull’articolo che si intende acquistare, di poter accedere in tempo reale ai dati relativi alla storia del prodotto. Con questo sistema si è di fatto introdotto un nuovo strumento per la lotta alla contraffazione e per la salute dei cittadini. Possiamo definire che da oggi nasce il “Passaporto digitale dei prodotti agroalimentari
Nel percorso per la realizzazione di Safety 4 Food si sono uniti come partner tecnologici SAS, Samsung e NTT Data, come advisor tecnologico, Gartner e il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) come partner scientifico. Il progetto gode inoltre del patrocinio dell’Agenzia per l’Italia Digitale.
 

***

Cisco (NASDAQ: CSCO) è il leader mondiale del settore IT che aiuta le aziende a cogliere le incredibili opportunità offerte dal futuro, connettendo ciò che prima non era connesso. Per ulteriori informazioni visitare il sito: www.cisco.com 
Penelope S.p.A. è una società di consulenza direzionale costituita da un team di professionisti provenienti da società multinazionali di consulenza manageriale e ICT con un elevato livello di seniority e con expertise e competenze specialistiche sviluppate su tematiche di marketing, pianificazione strategica, business development, performance & change management, tecnologie ICT e servizi abilitanti. www.penelopeonline.it