Verso Expo, al via a Milano il Centro Internazionale Diritto Alimentazione

By on

Realizzare e far approvare, in stretta collaborazione con Ue e Nazioni Unite, convenzioni europee e multilaterali su regole e principi per il diritto al cibo e al cibo garantito in tutto il mondo.
E’ questo l’obiettivo al quale lavorerà il ‘Centro internazionale di documentazione e studio sulle norme e le politiche pubbliche in materia di alimentazione‘, un progetto di collaborazione in materia di diritto all’alimentazione sostenibile su scala globale promosso da Camera di commercio di Milano – coordinatore del progetto, presso cui il Centro avrà sede – società Expo 2015 S.p.A., Regione Lombardia e Comune di Milano.

È datato 17 febbraio il protocollo di intesa firmato da Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano, Giuseppe Sala, amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A., Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia, Giuliano Pisapia, sindaco di Milano e Livia Pomodoro, presidente del Tribunale di Milano, che ne presiederà anche il comitato di coordinamento.
Il Protocollo avrà durata sino al 31 dicembre 2015 in vista del consolidamento permanente del Centro.

EREDITÀ PER IL FUTURO – “E’ un’iniziativa importante, che fa il paio con quella che abbiamo assunto attraverso il nostro documento anti-contraffazione alimentare. Sono cose utili per i cittadini, che rimarranno anche dopo Expo”. Così il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha definito il nuovo Centro internazionale.

L’ORGANIZZAZIONE – La filosofia del Centro si declinerà su tre pilastri: reference (riferimento), che indica il ruolo di osservatorio del Centro; think (pensiero), che indica il Centro come luogo di approfondimento progettuale e di interlocuzione per la politica; legacy (eredità), che sottolinea la volontà di lasciare alla comunità locale un centro di saperi e proposte concrete. Le principali attività svolte saranno la raccolta di legislazione italiana ed europea, la raccolta di best practice locali e la definizione di un archivio giurisprudenziale.

I COMPITI – Il centro internazionale sul diritto all’alimentazione si propone di predisporre una banca dati di legislazione e giurisprudenza e di redigere studi e ricerche sulla policy in materia di alimentazione. In particolare si occuperà di analizzare la normativa nazionale ed internazionale sul tema dell’alimentazione e del diritto al cibo e di promuovere convenzioni ed accordi europei e multilaterali.

http://www.expo2015.org/notizie/expo-nasce-milano-il-centro-internazionale-sul-diritto-allalimentazione